Erezioni negli uomini dopo i 45 anni. Sintomi iniziali dell'andropausa: quali sono e cosa fare

Andropausa: i rimedi naturali per il benessere dell’uomo dopo i 40 anni

A differenza di quanto si verifica nelle donne, infatti, in cui si ha un arresto quasi totale e relativamente rapido degli estrogeni gli ormoni sessuali femminilinegli uomini si ha un calo molto graduale, a partire dai 45 anni, del testosterone circolante, che si manifesta in maniera più eclatante solo una volta superata la sesta-settima decade di vita.

erezioni negli uomini dopo i 45 anni

Gli ormoni sessuali maschili, dopo la pubertà, sono prodotti soprattutto dai testicoli, sotto forma di testosterone. I disturbi legati alla sindrome da carenza di androgeni nel maschio di età avanzata che più frequentemente portano alla diagnosi sono quelli legati alla sfera sessuale.

erezioni negli uomini dopo i 45 anni

Il periodo refrattario, cioè quello necessario perché si abbia una nuova erezione a seguito di una eiaculazione, tende ad aumentare, fino a raggiungere in alcuni casi le 24 ore. In tutte queste condizioni è opportuno rivolgersi al proprio andrologo di fiducia per eseguire le indagini necessarie e impostare, se necessario, un trattamento.

In secondo luogo visiterà il soggetto alla ricerca dei segni clinici di un possibile calo del testosterone.

erezioni negli uomini dopo i 45 anni

Altre informazioni sull'argomento