Come determinare la malattia dal pene. La parola all'esperto

come determinare la malattia dal pene
Complicazioni: alcuni esempi In assenza di trattamenti adeguati e tempestivi, le malattie del pene più gravi possono dar luogo a complicazioni, quali: sterilità maschileincapacità di urinare ed eiaculare, diffusione di metastasidiffusione di noduli in vari organi interni del corpo, demenza, cecità, alterazioni della personalità, paralisi progressiva, problemi cardiovascolari e perdita della sensibilità dolorosa.

Cause[ modifica modifica wikitesto ] La balanopostite La balanite è una infezione a come determinare la malattia dal pene frequentemente batterica Streptococcus pyogenesStaphylococcus aureusNeisseria gonorrhoeae ma a volte sostenuta da miceti come la candida albicans. Irritazione, prurito intimo, desquamazioni sono segnali di una origine batterica.

buona erezione con prostatite

Fattori di rischio[ modifica modifica wikitesto ] La balanite è favorita dalla presenza di una fimosi ma prima ancora da scarsa igiene. In alcuni lavori scientifici si segnala che in coloro che mancano di lavarsi il pene intero, ed in particolare, se non circoncisi, evitano di retrarre il prepuzio, è decisamente comune sviluppare una balanite.

Talvolta è dovuta a malattie a trasmissione sessuale.

fobia dellerezione

Altri Autori riportano che sia la balanite che la semplice irritazione erano più frequenti fra i ragazzi non circoncisi, ma che la differenza non era statisticamente come determinare la malattia dal pene [4].

Negli ultimi decenni - con l'aumento medio della cura dell'igiene intima, capita che una delle cause maggiormente diffuse di balanite sia, paradossalmente, un'igiene del pene molto insistente ed ottenuta con l'uso di un sapone normale piuttosto aggressivo [5]. Il film idrolipidico che la natura provvede a far fare alle mucose locali e che serve a proteggerle viene sciolto e lavato via, consentendo a tutte le sostanze irritanti di fare liberamente il loro lavoro.

non sempre lerezione mattutina

In tal caso è sufficiente servirsi di un sapone ad azione più dolce oppure lavarsi semplicemente spesso ma solo con abbondante acqua.

Altri fattori di irritazione possono essere: l'utilizzo di ossido di zinco, che impedisce la traspirazione e sudorazione della pelle; dismicrobismo iatrogeno: l'utilizzo di cortisone antibiotico, creme antibiotiche o antimicotiche prima di una visita specialistica, e quindi non mirate a uno specifico batterio o miceto che, privo di azione selettiva o mirata, eliminano batteri "buoni" e "cattivi", compromette l'equilibrio della flora locale funghi-batteri, favorendo a parità di "nutrienti" la proliferazioni dei funghi, spesso di candida.

Malattie sessualmente trasmesse

Per l'igiene intima è consigliato lavarsi le mani prima di procedere; poi un detergente liquido indifferente la temperaturaspecifico per le parti intime maschili poco sapone e poca schiuma ; lavare e sciacquare l'ano e poi ripetere per gli organi genitali, separatamente, utilizzando due asciugamani diversi, per non diffondere con le mani batteri o miceti da un organo all'altro. Il detergente si applica diluito con acqua, meglio che direttamente, prestando attenzione a non dimenticare la zona tra glande e prepuzio oppure si deterge a glande scoperto e che la schiuma entrando nell'orifizio potrebbe causare infiammazioni.

perché ognuno di noi ha un pene diverso

Si tratta di prodotti diversi da quelli per l'igiene del resto del corpo, a pH che dovrebbe idealmente essere leggermente acido per i genitali e alcalino per la mucosa del glande: tale mucosa ha pH leggermente basico, il liquido preseminale è leggermente basico e ha lo scopo di alzare il pH dell'uretra e del glande rispetto a smegma contenente urina, che ha pH 5,5 in condizioni normali e preparare l'uscita di liquido seminale, che ha anch'esso pH 7,0.

I detergenti intimi vanno utilizzati solamente per l'igiene di pene e ano, e a loro volta sono molto diversi da quelli per l'igiene intima femminile che hanno un pH ,5 acido come quello della mucosa vaginale, e altre profumazioni.

Residui di questo detergente avrebbero un effetto spermicida esistono spermicidi già con pH 5,0.

peni maschili forum femminili

Nel caso di irritazioni sospendere immediatamente l'utilizzo del detergente in questione. Se si avverte la formazione di smegma o odori forti ad es. Non vi sono limiti per il solo lavaggio con acqua.

Altre informazioni sull'argomento